it

Vittoria, sorrisi e differenza canestri ribaltata. Viola “show” al Palacalafiore, Torrenova battuta 80-54!

Seconda vittoria consecutiva per la Pallacanestro Viola, che continua a non conoscere la parola sconfitta per quanto concerne il girone di ritorno. Torrenova esce con le ossa rotte dal PalaCalafiore per 80-54, al termine di una partita dominata dai neroarancio dal primo al quarantesimo minuto. Balic e soci riescono anche a ribaltare senza nemmeno troppi patemi il -6 dell’andata e si portano avanti negli scontri diretti sui siciliani.

Primo quarto

La prima segnatura arriva dopo un minuto: Franco Gaetano raccoglie il rimbalzo offensivo e deposita nel canestro. Succede altre due volte in rapida successione per il miniallungo sul +6 per chi è in casa. A rispondere il solito Zucca in allontanamento e con la mano in faccia. Bissa ancora lo stretch-five dei siciliani con una tripla. Per i neroarancio segna solo Gaetano: ancora lui ad appoggiarla al vetro. Sprazzi di grande basket per la Viola: non fosse per un super Donato Vitale, Torrenova sarebbe ben sotto il 19-14 della prima frazione.

Secondo quarto

Incredibile bomba da 8 metri a fil di sirena di Capitan Barrile, cadendo e con la mano in faccia, per aprire il quarto. Ingrosso dalla media, poco dopo, la porta sul 24-15. Reagiscono subito gli ospiti con un mini parziale di 4-0, interrotto dalla bomba di Lazar Kekovic. I gialloblù siciliani cercano di alzare il ritmo e sporcare la partita, ma ne vien fuori un gioco frammentario e poco altro. Impietose le bombe di Ingrosso e Duranti, la bimane di Gaetano: alla sirena che porta le due squadre negli spogliatoi il punteggio è di 42-23. Applausi e sorrisi al PalaCalafiore.

Terzo quarto

Ancora tre di Duranti da tre per aprire le danze. Zucca sgomita e tenta di innervosire i lunghi avversari, ma Gaetano e Fall non ci cascano e davanti fanno male: a metà della terza frazione il tabellone luminoso recita 50-31. Il basket pulito delle prime due frazioni, però, è un ricordo: la Viola cerca di contenere la foga agonistica dei siciliani, i quali lottano e giocano veloce per tentare di colmare lo svantaggio, riuscendovi parzialmente. A due minuti e 30 dal termine il punteggio è 53-35. La Viola però non fa sconti: soffre, difende, si applica, esegue, pazienta. Il risultato a fine quarto è 56-39.

Quarto Quarto

Inizio della quarta frazione a trazione neroarancio con l’assist no-look di Ingrosso per l’appoggio facile di Fall. Prosegue il rientro a +20 la bomba di capitan Fortunato Barrile. Torrenova trova dall’altro lato la risposta di un ritrovato Bolletta. La Fidelia inizia a farsi sotto e realizza un bel parziale portandosi anche sul -12 fino a quando è interro da una nuova bomba di Amar Balic. La partita ha preso una chiara direzione e, al netto di uno strepitoso Donato Vitale – che si infortuna a tre minuti dalla fine – c’è poco, davvero poco da segnalare in una serata che è decisamente positiva per la squadra di casa. Il finale racconta di un bel +26 di scarto e, soprattutto, di due punti che la Viola recupera su una diretta concorrente. Nel finale spazio anche per il giovanissimo Fabio Freno che mette anche una bella bomba e due liberi, ciliegina sulla torta di una fantastica serata neroarancio. Il tabellone luminoso del PalaCalafiore dopo l’ultima sirena recita 80-54 per i locali.

TABELLINO

Pallacanestro Viola Reggio Calabria – Cestistica Torrenovese 80-54 (19-14) (23-9) (14-18) (23-13)

Pallacanestro Viola Reggio Calabria: Balic 11, Ingrosso 7, Duranti 17, Gaetano 20, Fall 6, Kekovic 5. Barrile 10, Besozzi, Valente, Freno 5

Cestistica Torrenovese: Vitale 17, Tinsley 2, Zanetti 1, Bolletta 10, Zucca 12, Galipò 4, Bianco 6, Nuhanovic, Malkic 2

Leave a Reply