it
it

Viola, il sogno diventa realtà: IT’S PLAYOFF TIME!

La Viola mette la ciliegina sulla torta di una stagione  fantastica e corona il sogno dei playoff strappando un biglietto per la post season con destinazione Real Sebastiani Rieti. Lo fa espugnando Taranto al PalaFiom per 60-67. Lo fa addirittura da settima classificata. Lo fa chiudendo al secondo posto il girone di ritorno in coabitazione con Ruvo e Ragusa (22 punti). Lo fa andando ad eguagliare il record della Viola 2017/2018 di Marco Calvani, che nel girone di ritorno era riuscito a vincere le stesse partite della Viola (11) allenata da coach Bolignano quest’anno. Lo fa contro pronostico, passando dalla zona playout del girone d’andata a quello playoff del ritorno. Lo fa con la forza della sua gente, con i neroarancio spinti oggi da circa una cinquantina di tifosi giunti in terra pugliese nel giorno della festa della mamma, con il presidente Carmelo Laganà in prima fila fra i presenti. Lo fa per l’imperatore  Pasquale Vazzana, che una settimana fa ci lasciava ma che oggi sicuramente sarebbe felicissimo e orgoglioso dei suoi ragazzi.

PRIMO QUARTO

Primo quarto equilibratissimo al PalaFiom, con le squadre che si rispondono colpo su colpo a suon di canestri. Caldissimi Diomede e Ponziani da una parte, e Ingrosso e Fall dall’altra. Si arriva  16 pari dopo i primi dieci minuti.

SECONDO QUARTO

Continua a regnare sovrano l’equilibrio al PalaFiom anche nei  secondi dieci minuti di gioco, con un Diomede sempre più caldo per Taranto e una Viola che però con la forza del gruppo riesce a stare a contatto con il team rossoblù di coach Olive e va al riposo lungo sul -3.

TERZO QUARTO

Al rientro dall’intervallo lungo stenta a cambiare la musica al PalaFiom con la Viola che riesce a mettere il naso avanti nel bel mezzo del terzo periodo grazie a uno scatenato Bruno Duranti,  ma Taranto non ci sta e continua a ribattere punto a punto.

QUARTO QUARTO

Quarto e ultimo quarto non adatto ai deboli di cuore al PalaFiom, con Duranti per gli ospiti e Diomede per i padroni di casa che continuano a vedere una vasca da bagno al posto del canestro. Taranto allunga sul +5  a 5′ dalla fine, la Viola però si compone, stringe le maglie in difesa e non molla di un centimetro. Il miracolo sportivo arriva nel finale che è tutto per i nero arancio. Finisce 60-67. Preparate le valigie, it’s Playoff-Time!

CJ Basket Taranto – Pall. Viola Reggio Calabria 60-67 (16-16, 20-17, 14-16, 10-18)
CJ Basket Taranto: Manuel Diomede 23 (4/8, 5/7), Riziero Ponziani 14 (6/11, 0/1), Gianmarco Conte 9 (2/6, 1/3), Biagio Sergio 6 (0/2, 2/6), Giovanni Gambarota 3 (0/0, 1/5), Ricards Klanskis 3 (1/1, 0/0), Hugo Erkmaa 2 (1/6, 0/4), Lorenzo Porcelluzzi 0 (0/0, 0/0), Andrea francesco Liace 0 (0/0, 0/0), Matteo Carone 0 (0/0, 0/0), Alberto Conti 0 (0/0, 0/0), Luca Cianci 0 (0/0, 0/0)
Pall. Viola Reggio Calabria: Bruno giuseppe Duranti 22 (4/7, 4/8), Federico Ingrosso 15 (2/5, 3/5), Amar Balic 13 (4/10, 0/5), Yande Fall 13 (5/8, 0/0), Franco Gaetano 4 (2/4, 0/0), Lazar Kekovic 0 (0/2, 0/2), Fortunato Barrile 0 (0/0, 0/0), Samuele andrea Valente 0 (0/0, 0/0), Fabio lorenzo Freno 0 (0/0, 0/0), Alberto Besozzi 0 (0/0, 0/0), Vittorio Lazzari 0 (0/0, 0/0)

Ufficio Stampa Pallacanestro Viola

 

Leave a Reply