it

Una grande Viola fa tremare Rieti ma non basta. Vince la Real Sebastiani 68-65

Quarta sconfitta consecutiva per la Pallacanestro Viola che nel neutro della Tensostruttura di Valmontone cede il passo alla corazzata Real Sebastiani Rieti per 68-65 al termine di una sfida in cui gli uomini di coach Bolignano hanno condotto per larghi tratti il match. I neroarancio, ancora orfani del loro pivot titolare Yande Fall, escono comunque a testa altissima da questa sfida.

Parte subito forte la Viola Reggio Calabria che pronti, via e sigla un parziale di 0-7 dopo un minuto che costringe al time-out coach Righetti. Prova a far ruotare un po’ tutti i suoi uomini il coach dei reatini che riesce subito a ricucire il gap per poi trovare nel finale di quarto il pari 20 a pochi secondi dalla fine. La tripla rocambolesca di Mascherpa sulla sirena riporta avanti la Viola di tre punti dopo i primi 10 minuti (20-23)

Riparte da dove aveva finito la Viola anche nel secondo quarto. Pioggia di canestri neroarancio sul neutro di Valmontone, con Capitan Barrile e Salvatore Genovese sugli scudi. Loschi in giornata no per i locali, che si affidano ora a Drigo per provare a restare a contatto ai reggini, che però allungano sul +8 massimo vantaggio a pochi secondi dalla fine. Ci pensa Luka Sebrek con una bomba da campo a campo allo scadere di quarto a dare la doppia cifra di vantaggio ai neroarancio, che vanno all’intervallo lungo avanti di 11 lunghezze (35-46).

Al rientro dall’intervallo lungo Rieti cambia completamente il suo atteggiamento difenviso, concedendo alla Viola solo 6 punti nell’intero terzo quarto. Il veterano Ndoja prova a guidare la rimonta degli amarantocelesti con 5 punti in fila che danno ossigeno ai ragazzi di coach Righetti e portano i laziali solo a meno 4 a dieci dalla fine.

Quarto periodo dove Rieti continua a stringere le magli in difesa concedendo davvero poco alla squadra di coach Bolignano. Basile approfitta di un antisportivo per far mettere dopo 33 minuti per la prima volta il naso avanti a Rieti. La sfida continuerà a viaggiare sui binari dell’equilibrio per tutto l’ultimo periodo, ma saranno i locali a spuntarla nel finale nonostante un Enrico Gobbato da urlo in casa Viola, che funziona anche nell’inedita versione di “pivot atipico”. Finirà 68-65 per la Real Sebastiani.

Real Sebastiani Rieti – Pallacanestro Viola Reggio Calabria 68-65 (20-23, 15-23, 13-6, 20-13)

Real Sebastiani Rieti: Klaudio Ndoja 21 (1/4, 5/7), Andrea Traini 10 (4/5, 0/3), Nicolò Basile 9 (0/1, 2/4), Mathias Drigo 9 (1/1, 2/4), Paolo Paci 8 (2/6, 0/0), Federico Loschi 7 (1/2, 1/6), Marco Di pizzo 4 (1/1, 0/0), Vincenzo Provenzani 0 (0/0, 0/3), Enzo Cena 0 (0/0, 0/0), Leonardo Di battista 0 (0/0, 0/0), Eric Visentin 0 (0/0, 0/0)

Pallacanestro Viola Reggio Calabria: Salvatore Genovese 17 (7/11, 1/9), Enrico Maria Gobbato 14 (3/6, 2/5), Giulio Mascherpa 14 (1/5, 3/6), Fortunato Barrile 10 (1/2, 2/2), Edoardo Roveda 6 (2/5, 0/1), Luka Sebrek 3 (0/2, 1/3), Marco Prunotto 1 (0/2, 0/0), Paolo Frascati 0 (0/1, 0/0), Giovanni Centofanti 0 (0/0, 0/0), Federico Romeo 0 (0/0, 0/0)

Leave a Reply