it

Russo:”Entusiasta di essere tornato a Reggio. Non mi aspettavo un entusiasmo simile per la Viola, avanti così”

Domenica alle ore 18 sarà derby dello stretto.
La sfida della Pallacanestro Viola cambia location complice l’indisponibilità del Palatracuzzi di Messina.
La gara si giocherà sul medesimo campo, la struttura del Cus, dove, i reggini, sospinti da un pubblico da favola, superarono la Fortitudo Messina.
Sarà impresa ardua provare a superare una Basket School che, tra le mura amiche ha battuto la capolista Orlandina e la forte Siaz Piazza Armerina.
Oltre alla new entry Cessel, Coach Cigarini potrà contare sul recupero del play reggino, Tommaso Russo, scalpitante per trovare minuti e soddisfazioni. Ecco le sue impressioni:

“Mi è mancato il parquet, domenica contro la Bim Bum Basket Rende è stata la prima volta dopo un mese di fermo e due allenamenti con i ragazzi. Speravo meglio ma sono pronto a dare il massimo”.

Un’impressione sulle dichiarazioni dell’allenatore?

“Il coach ha ragione, dobbiamo dare intensità, io soprattutto devo iniziare a dare qualcosa in più, sia in attacco che in difesa. La partita con Rende era complicata, abbiamo avuto sempre la sensazione di avercela in mano e mai averla chiusa. Dovevamo chiuderla prima, anche per motivare il pubblico e divertirlo: questo è il nostro compito. Questo non è successo, ma ci portiamo a casa i due punti”.

Un figliol prodigo pronto a far bene nella propria città dopo lunga militanza lontano da casa. Rifarebbe la scelta?

“Non mi aspettavo tutto questo entusiasmo, speravo in qualcosa del genere, e spero con l’andare del tempo ce ne sia ancora di più, ma non me l’aspettavo ed è un piacere enorme. Soprattutto per me che sono di Reggio: spero di sbloccarmi presto al Palacalafiore, ancora non è successo, però lavoro sodo per far si che accada”.

La gara contro la Basket School Messina?

“Sarà tosta, loro sono in forma, reduci da una partita molto accesa contro gli Svincolati Milazzo: siamo carichi per andare a prenderci i due punti. Mi aspetto una sfida molto dura, dobbiamo essere pronti a ricevere molti falli, ma dobbiamo restare concentrati per portarcela a casa”.

Il gruppo neroarancio?

“Sto trovando un gruppo di ragazzi fantastici e un Coach, Federico Cigarini, che mi può dare tanto e da cui devo prendere tanto. I miei compagni sono perfetti, finora non abbiamo mai litigato, poi se succede, se siamo un buon gruppo andremo avanti anche dopo la litigata”.

Leave a Reply