it

Il Gm Fortunato Vita tra presente e futuro: “Vogliamo creare un’identità solida colorata di neroarancio”

Il General Manager della Myenergy, Fortunato Vita è stato ospite all’interno del format televisivo “Momenti neroarancio”, in onda sulla Tv ufficiale del club reggino “VideoTouring”.
Ecco qualche estratto dalle sue dichiarazioni in vista dell’imminente inizio della serie PlayOff.

“Una volta che ci si trova al Playoff sarebbe un paradosso non giocarsela – ha affermato il dirigente reggino-.
C’è consapevolezza che ce la possiamo giocare con tutti.
In tutte le sfide lo abbiamo dimostrato, da inizio campionato fino ad ora ed in campo abbiamo dimostrato di poter dettare legge anche su campi difficilissimi e contro formazioni quotate.
Siamo giovani e spesso pecchiamo di inesperienza.
“La palla può girare” e questo potrà essere il momento opportuno”.

Puntare su questo gruppo in futuro?

“Uno degli obiettivi principali è quello di creare un’identità, uno zoccolo duro.
Far capire l’importanza dell’ambiente Viola come basket ed identità.
Stiamo valutando chi possano essere i soggetti che possono rappresentare la nostra squadra in futuro e questo
indipentemente da quel che accadrà a Salerno, abbiamo già vinto e fatto il massimo in questa stagione.
Se non fosse stato per la capacità del Presidente Carmelo Laganà, fossimo stata un’altra società, avremmo chiuso dopo la stagione trascorsa e anche a seguito di quanto accaduto tra normativa e riposizionamento.
Adesso arriva “il bello” e proveremo a creare qualcosa d’importante.

Il settore giovanile e le nostre progettualità?

“E’ una priorità assoluta.
Nel Minibasket e nell’Under 13 stiamo crescendo tanto.
Accanto alle proficue sinergie con Botteghelle e Jumping proveremo a creare ottimi gruppi giovanili, questo dovrà essere il nostro “must”.
Ci tengo tantissimo, inoltre, ai rapporti con tutta la regione, con le scuole di basket: vogliamo coinvolgere e dare un supporto alle realtà piccole che hanno voglia di crescere”.

6 squadre su 8 del nostro girone iniziale al PlayOff?

“E’ un segnale significativo. Ho seguito il girone campano-pugliese da inizio gara e lo sospettavo.
In Sicilia ci sono tante piazze appassionate.
Basket School, ad esempio, ha fatto un grande campionato e credo che anche la loro serie sia apertissima”.

Il passato neroarancio ed i confronti con l’attività di oggi?

“Memori delle esperienze passate dobbiamo essere bravi a non sbagliare più pensare in maniera propositiva al presente ed al futura.
Oggi, che abbiamo riconquistato la fiducia dei tifosi, è importante non perderla.
Lavoriamo in maniera meticolosa per far bene e consolidarci.
E’ una nuova versione della Viola, una versione 4.0, che riparte sull’entusiasmo e sulla cultura cestistica e che è patrimonio della gente e della città di Reggio Calabria”.

La sintonia con la società?

“Sto lavorando al fianco di una famiglia fantastica.
Dalla nascita della Pallacanestro Viola, in molti sono partiti con la loro prima e passionale esperienza.
Non hanno secondi fini ma solo far volare in alto il nome della Viola.
Hanno avuto grande forza resettando il passato e ricominciando.
Sono sempre presenti, sono tanti ed operativi ventiquattrore al giorno.
Credo che molte società ci invidiano per questo.
Ci sono grandi potenzialità”.

La promozione?

“Qualora arrivasse non ci tireremmo indietro ma qualora non dovesse arrivare saremo pronti ed agguerriti per la prossima stagione”

Leave a Reply