it

Cigarini traccia la strada:”Arrivare tra le prime sei per ottenere il PlayOff”.

Il Coach della Myenergy, Federico Cigarini è stato ospite degli studi dell’emittente “L’altro Corriere Tv”.
Il capo-allenatore neroarancio ha argomentato sul derby vinto in casa della Bim Bum Rende e sui prossimi obiettivi stagionali al microfono di Stefania Scarfò all’interno del format “L’Altro Corriere Tv”.
Ecco le sue impressioni.
Il derby di Calabria?

“Il passo falso con Ragusa ci poteva stare, sono più esperti.
Siamo un roster giovane che sta stupendo.
A Rende volevamo fortemente la vittoria, anche perché era necessario vincere per poter festeggiare la matematica dei primi quattro posti e la conseguente qualificazione al Play-In Gold.
La qualificazione non era così scontata.
Ad inizio campionato, eravamo quotati dagli addetti ai lavori tra il sesto o settimo posto: così non è stato grazie al nostro lavoro giornaliero, il nostro spirito di sacrificio e la voglia di giocare a basket.
Ritengo che il gruppo dei miei ragazzi sia fantastico.
Nel derby eravamo consapevoli delle grandi difficoltà da superare.
Avevamo un roster più lungo rispetto a loro, nonostante l’assenza di Omar Seck, che comunque andremo a recuperare settimana prossima.
Abbiamo iniziato un po sottotono, anche a causa della sconfitta di Ragusa.
Un risultato che ci da tranquillità per le prossime tre settimane per ricaricare, inserire qualcosa di nuovo e provare a stupire ancora”.

La sconfitta con Ragusa?

“Ci deve servire per migliorare.
La partita era molto sentita ed importante, c’era tantissima gente.
Una cosa bellissima è che abbiamo riportato tanta gente al Palasport, aggiungiamoci i 900 contatti e più raggiunti con la diretta social.
Sono sicuro che la sconfitta, così come accaduto post Capo d’Orlando alla seconda giornata ci servirà per il futuro.
La mia squadra sa reagire e lo ha dimostrato.
A mio avviso lo dimostra perché siamo giovani, giovani, coraggiosi e spavaldi.
Credo che l’esser giovani aiuti, è ovvio che, la pressione aumenta.
Le aspettative si sono alzate, probabilmente stiamo giocando meglio fuori casa che in casa, forse anche grazie alla nostra gioventù”.

Dove possiamo migliorare?

“Stiamo migliorando in difesa.
E’ un campionato dove si segna tanto.
Non possiamo pensare di risolvere le situazioni da soli, ma di squadra. Lavoriamo per questo.
Sono orgoglioso di allenare la società neroarancio e sono al lavoro per migliorare tutti i dettagli possibili.
Avevamo degli obiettivi dentro e fuori dal campo:li abbiamo già raggiunti tutti.
Pensare a quanta gente sta venendo al Palazzetto mi rende orgoglioso, idem il pubblico in trasferta, sempre con noi.
Siamo secondi in classifica, dunque, anche gli obiettivi in campo sono stati meravigliosamente raggiunti”.

Le sconfitte subite durante la stagione?

“Potevamo fare di più ma non sarebbe stato reale vincere sempre.
Preferisco questa situazione: piedi per terra, fame e voglia di vincere.
E’ possibile anche che le troppe vittorie ci abbiano fatto togliere per un attimo i piedi da terra e non va bene”.

Le prossime partite?

“E’ vero, stiamo pensando alla seconda fase.
Un derby Reggio-Messina è sempre molto importante.
Idem giocare in casa di una società molto organizzata come Piazza Armerina: dunque, non molliamo”.

Il nuovo obiettivo?

“Arrivare tra le prime sei, arrivare al PlayOff.
Poi, si vedrà.
Inutile fare proclami.
Vogliamo lavorare verso il futuro, senza ansie.
L’arrivo di Myenergy,il nostro title sponsor offre tranquillità: pensiamo a dare il massimo.
Nella nuova fase avremo gare toste: arriveremo probabilmente quinti o sesti. Nulla è scontato, toccherà combattere”.

Leave a Reply